CHI SIAMO?

CHI SIAMO?

MIRIAM, CINZIA, GIANCARLO, MONICA, LUCA, REBECCA, ELISABETTA, CATERINA, MARCO, GIOVANNI, SOFIA, GIULIA, BENEDETTA, CAMILLA, GIULIA, MARCO, RICCARDO.

A dicembre 2020 un volontario ha portato, un po’ per caso, una decina di libri e li ha posti sulla balaustra della metropolitana, dove solitamente appoggiamo il cibo da distribuire. Quella sera molti ragazzi, interessati, si sono avvicinati perché volevano leggere, ma non avevano abbastanza soldi per comperare un libro. Incuriositi nel vedere così tanta gioia sui loro volti per la novità, abbiamo dato un’occhiata a quei titoli: erano libri strani, quelli che di solito si lasciano in fondo alla libreria o in cantina.

I ragazzi del bosco erano felici semplicemente per il fatto di poter leggere per qualche momento un libro. Chissà come sarebbero stati entusiasti nel trovare una scelta più ampia e selezionata, costruita anche intorno ai loro gusti personali. Quindi perché non provare a costruire una piccola biblioteca di strada proprio lì, a Rogoredo?

Così, è nato Dona un libro al bosco, un progetto culturale unico, generatore di cambiamento. In poche ore abbiamo creato il volantino per lanciare l’iniziativa sui social, per proporla a più gente possibile. Chiedevamo di inviarci libri nuovi o usati ma significativi, con una dedica: un modo molto semplice ma efficace per personalizzare il contatto con gli abitanti del boschetto.

In poco tempo sono arrivati da tutt’Italia tanti scatoloni pieni di libri. Abbiano così iniziato a catalogare per genere i testi e a creare una piccola biblioteca di strada, che ogni mercoledì si monta e si smonta, allestita in base ai titoli che settimana dopo settimana i ragazzi del bosco ci chiedevano.